Perché tutti amano Bologna?

Inutile discutere, è un dato di fatto: tutti amano Bologna. Quasi tutti. Certo, c’è un margine di errore. Non esiste una città in grado di esaudire tutte le esigenze. Ma l’idea diffusa è questa: a Bologna si sta bene, si vive bene. D’altro canto ci sono classifiche e numeri che danno corpo a questa idea: nel 2014 tra le prime città c’è proprio Bologna.

L’indice è stato stilato da Il Sole 24 Ore e prende in esame le 107 province considerando diversi fattori socioeconomici. Numeri a parte, Bologna colpisce perché è una città a misura d’uomo, perché appena arrivi nel centro storico ti sembra di essere in un piccolo paese medievale.

Un tuffo indietro nel tempo

Ecco, questo è il grande pregio di Bologna: qui il tempo si è fermato. Quando passeggi tra le stradine che attraversano il centro sembra che tutto rimandi a un’epoca ormai andata. Il rumore delle automobili interrompe questa magia, ma non troppo: a Bologna la commistione tra presente e passato non disturba.

Un esempio? Uno a caso, ecco. Tra le architetture gotiche della basilica di San Petronio e le due torri più famose di Bologna, simbolo di un potere antico, puoi trovare un Apple Store che quasi scompare tra i portici.

Ecco, i portici

Bologna la ami solo per questo. Sono ovunque, ti proteggono dalla pioggia e dal sole. Ma soprattutto riconducono la città a una dimensione intima, riservata, quasi lontana dalle sue ambizioni. Bologna città a un passo dall’Europa, centro economico e del sapere modiale.

Sì, del sapere mondiale: qui è nata la prima università del mondo occidentale. Ed è qui che si ritrovano studenti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo per studiare, apprendere, crescere. E quando vuoi fare un giro tra i locali ti rendi conto che qui ogni giorno è una festa: Bologna è anche questo, luogo tranquillo per chi ama le atmosfere di un antico borgo medievale, città cosmopolita pronta ad accoglierti e a viziarti.

E poi c’è l’arte

Esatto. Tutti amano Bologna perché questa è una delle grandi città d’arte del centro Italia. Iniziamo con l’arte architettonica di questa città che porta ancora sul suo manto i segni di una storia possente: le torri gentilizie. Ovvero il simbolo utilizzato dalle famiglie più potenti per dimostrare uno status in continua ascesa. In passato Bologna ne contava più di 100, oggi sono poco più di 20 e le più famose sono la Torre degli Asinelli e quella della Garisenda.

Subito dopo troviamo la già citata Basilicata di San Petronio, gioiello di architettura gotica e sesta chiesa più grande d’Europa. Qui è impossibile rimanere indifferenti di fronte alla sua bellezza, ma c’è anche un altro motivo per visitare questa chiesa: qui è custodito uno dei simboli più antichi della fede cristiana bolognese, ovvero le Quattro Croci che, secondo la tradizione, furono sistemate su antiche colonne romane da San Petronio fra il IV e il V secolo. Ricordiamole: Croce dei Santi Apostoli ed Evangelisti, Croce dei Santi Martiri, Croce delle Sante Vergini, Croce di tutti i Santi.

E i palazzi storici? Solo sulla Piazza Maggiore si affacciano il Palazzo Comunale e il Palazzo del Podestà, mentre uno dei più importanti della città risponde al nome di Archiginnasio di Bologna. Ovvero antica sede universitaria e oggi biblioteca comunale.

Ma i trasporti?

I trasporti funzionano, certo, ma per amare veramente Bologna hai bisogno di qualcosa in più. Hai bisogno di un’auto e sai bene che non conviene muoversi da una città all’altra sulle quattro ruote: autostrada, traffico, benzina, pedaggio. Meglio muoversi con il treno che a Bologna arriva in centro città.

Ma gli spostamenti? Puoi noleggiare un’auto a Bologna e organizzare anche una gita fuori porta senza limitare i tuoi spostamenti: sei a Bologna per lavoro? Hai scelto questa città per un fine settimana di relax o per una vacanza romantica? Non importa: noleggiare un’auto a Bologna è la soluzione ideale per amarla definitivamente.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *