Milano centro del mondo per l’Expo 2015

Milano è la capitale economica della nostra penisola e, a partire dal 1 maggio 2015 fino al 31 ottobre dello stesso anno, sarà anche città dell’Expo. Ovvero il punto di riferimento per chi è interessato alle tematiche del cibo. Per la precisione, questo evento è dedicato all’alimentazione planetaria: “nutrire il pianeta, energia per la vita” è il tema che animerà i padiglioni.

Negli stand troveranno spazio nazioni, aziende, associazioni e organizzazioni internazionali che tutelano gli interessi dei consumatori e combattono la fame nel mondo. Perché questo è lo scopo dell’Expo: non solo raccogliere l’eredità delle grandi esposizioni universali dell’Ottocento, ma anche creare una discussione – utile a chi governa e a chi amministra – intorno alla tematica dell’alimentazione.

Perché questo è uno dei grandi problemi del nostro secolo: c’è la ricchezza, ci sono le tecnologie. Ma ci sono ancora molte persone che soffrono la fame. Secondo la FAO, infatti, anche se la denutrizione è in calo, circa l’11% del mondo non ha cibo a sufficienza: una persona su nove nel mondo non ha abbastanza cibo (fonte).

Questo, insieme ad argomenti collegati come la qualità del cibo e le nuove frontiere della biodiversità – è uno dei problemi che verrà affrontato durante i dibattiti e gli appuntamenti dell’Expo 2015. Un evento che molti considerano il volano della ripresa economica in Italia.

Milano centro del mondo

Per l’Expo è prevista un’affluenza di visitatori senza pari. Tutto il mondo sarà presente nel capoluogo lombardo, o comunque tutto il mondo interessato ai temi affrontati dall’Expo. Temi che, come puoi ben immaginare, non si limitano semplicemente alla buona cucina.

C’è il Future Food District dedicato alla fusione tra nuove tecnologie e i passaggi della catena alimentare, ma anche il Biodiversity Park e il Children Park per raccontare l’importanza dell’alimentazioni agli ospiti più giovani.

L’Expo, quindi, come momento di incontro tra interessi diversi. E questo significa solo una cosa per l’economia Italia: nuovi scenari. Le persone si muovono sul territorio e hanno bisogno di infrastrutture, servizi, beni di prima necessità. Ma anche di trasporti. Ecco perché si registrano tendenze positive nel settore del noleggio auto: 7 dei 20 milioni di visitatori – secondo Repubblica – dovrebbero atterrare negli scali aeroportuali.

Ed ecco che il noleggio auto a Milano diventa una combinazione ideale per migliorare gli spostamenti di chi arriva in città per l’Expo, ma anche per godersi i tanti eventi che sono stati organizzati intorno a questo grande appuntamento. E, ovviamente, per visitare una delle città più belle d’Italia.

A spasso per Milano

Arrivi in aeroporto o in stazione e vuoi spostarti a Milano. Cosa fai? Certo, hai i mezzi pubblici a disposizione ma il tempo non è dalla tua parte. Sei in città per visitare l’Expo e hai acquistato un biglietto per due giorni con tutta la famiglia: ti conviene spostarti in autobus o in metro? Noleggiare un’auto vuol dire visitare la fiera e, quando vuoi, raggiungere le bellezze di Milano.

Una visita è d’obbligo al Duomo, il simbolo di questa città. Il Duomo di Milano è dedicato a Santa Maria Nascente, ed è la quarta chiesa d’Europa per superficie dopo quella di San Pietro a Roma, San Paolo a Londra e la cattedrale di Siviglia.

Lo stile gotico di questa costruzione è ormai un punto di riferimento per turisti e milanesi che rimangono incantati ad ammirare pinnacoli, archi e guglie che si stagliano verso il cielo. Simbolo della chiesa e dell’intera città: la Madonnina che si trova sul punto più alto del Duomo.

Ancora un luogo da visitare nel centro di Milano, un capolavoro che incrocia religione e leggenda: l’Ultima Cena di Leonardo da Vinci. Quest’opera è custodita nel santuario di Santa Maria delle Grazie ed è un punto di riferimento del Rinascimento italiano: purtroppo la tecnica usata da Leonardo si sposa male con l’umidità del luogo, ed è solo grazie ai numerosi restauri che oggi si può ancora visitale (su prenotazione).

Se invece vuoi allontanarti dalla Milano degli affari e della grande economia devi puntare la tua auto verso i navigli: una zona della città sospesa nel tempo delimitata dal Naviglio Grande e dal naviglio Pavese, sistemi di canali che mettevano in collegamento Milano con la Svizzera e l’Europa nordoccidentale.

Passeggiare lungo questi canali vuol dire assaporare il lato romantico e spensierato di questa città, magari fermarsi in uno dei tanti locali per assaggiare i piatti della cucina milanese o per trascorrere qualche ora in compagnia degli amici.

Noleggiare un’auto a Milano

Questa è la soluzione per chi arriva in città per l’Expo, via aereo o treno, e vuole sfruttare tutti i ritagli di tempo per visitare la città. Noleggiare un’automobile a Milano è sinonimo di libertà e indipendenza. Soprattutto se decidi di arrivare con il trasporto pubblico e spostarti anche fuori città, nei dintorni di Milano.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *