In auto da Firenze a Bologna (e viceversa) per scoprire l’Italia centrale

L’Italia è un paese fantastico. Viaggi molto, credi di conoscerlo bene, ma all’improvviso noleggi un’auto per raggiungere Bologna da Firenze (o viceversa) e scopri che ci sono tante località da scoprire.

La tratta Firenze – Bologna attraversa due regioni spettacolari da un punto di vista storico e naturalistico, la Toscana e l’Emilia Romagna. Inoltre, quando scegli il noleggio auto per gli spostamenti tutto cambia: puoi pianificare le soste in completa autonomia.

Quali sono le tappe lungo la strada che porta da Firenze a Bologna e viceversa? Perché non proviamo a delineare un itinerario con le principali città e i luoghi di interesse che puoi visitare lungo questi 100 chilometri di Centro Italia?

Partendo da Firenze, si potrebbe fare una prima sosta tra le colline che circondano la culla del Rinascimento. Nei dintorni di questa città, infatti, il tempo si è fermato: la vita scorre lenta, le tradizioni di campagna scandiscono i ritmi, a tavola si assapora la conoscenza antica delle mamme e delle nonne.

Per avere un assaggio di tutto questo basta fermarsi a Fiesole, un tempo luogo di villeggiatura dei Medici e oggi oasi di tranquillità. Proseguendo di poco, inoltre, puoi raggiungere Borgo San Lorenzo nel comune di Mugello. Ovvero una delle mete più ambite per chi ama le sagre, le degustazioni gastronomiche e, in generale, la vita del tipico borgo toscano.

Nei dintorni del Mugello c’è un’area che farà la felicità di tutti gli appassionati di natura e vacanza all’aria aperta: il Lago di Bilancino. Si tratta di un lago artificiale, ma il panorama lascia a bocca aperta. Nei mesi estivi è possibile praticare pesca sportiva e diversi sport acquatici come il windsurf, la canoa e la vela. Le acque sono pulite ed è un piacere fermarsi a fare il bagno. Inoltre, a Barberino del Mugello, ci sono anche in famosissimi OutLet della Moda, che richiamano ogni giorno dal capoluogo toscano migliaia di visitatori di ogni angolo del mondo pronti a spendere per portarsi a casa un ricordo griffato!

Abbandoniamo la Toscana per arrivare in Emilia Romagna. Sul confine c’è un’altra area naturalistica da visitare assolutamente: il Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone. Boschi ampi e rigogliosi ricoprono questa zona compresa tra due bacini artificiali, un vero e proprio paradiso per chi ama vivere a contatto con la natura.

Lentamente ci avviciniamo a Bologna. Attraversiamo un’altra area naturalistica, il Parco Storico di Monte Sole, ma prima di entrare nella periferia della città emiliana c’è una tappa obbligatoria: Marzabotto. Il suo nome è legato alla storia contemporanea: qui, durante la Seconda Guerra Mondiale, i nazifascisti trucidarono centinaia di persone per rappresaglia contro i partigiani.

Proseguendo verso nord la prossima tappa è Bologna, la città universitaria per eccellenza. Ma prima di raggiungere le mura della dotta Bologna concediti una tappa a Casalecchio di Reno: qui è facile assaggiare, magari in una tipica trattoria emiliana, il vero tortellino.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *