Il tour dei borghi medioevali della Toscana? In auto da Pisa con ritorno a Firenze!

Una delle caratteristiche che rende famosa la Toscana nel mondo è il suo essere costellata di meravigliosi borghi e cittadelle medioevali, immerse in colline lussureggianti pettinate dall’agricoltura e dai vigneti con zone boschive a prevalenza di lecci e querce.

Questa immagine non è affatto un falso stereotipo, ma, soprattutto se attraversiamo l’entroterra di questa regione in primavera, non potremo che essere sopraffatti ed estasiati da questo “quadro” rurale a cui, oltretutto, nelle giornate più limpide e soleggiate, non manca all’orizzonte il blu del mare!

Se arrivate in Toscana per un week-end lungo (da giovedì/venerdì a domenica) e atterrate all’Aereoporto di Pisa, vi suggeriamo di noleggiare un’auto direttamente sul posto e, cartina alla mano, pianificarvi il tour dei borghi medioevali toscani, preferibilmente in tarda-primavera / inizio estate, quando le colline sono al massimo del loro splendore vegetativo e le fioriture ammantano di colori il verde dei prati e all’interno delle mura si comincia a far festa per sagre, cortei paesani, eventi e concerti!

Partendo dunque da Pisa in direzione sud, costeggiando per così dire internamente la Costa degli Etruschi, si incrociano i primi paesi in cui vale la pena fare una sosta: Lari (con il suo castello e la rinomata sagra della ciliegia), Casciana (con le terme benefiche) e Chianni. E poi ancora giù – passando magari per Pomaia, dove visitare il famoso Istituto Buddhista Lama Tzong Khapa – attraverseremo i “livornesi” Casale Marattimo, Bibbona e l’immancabile Bolgheri, con le visite alla cantine dei SuperTuscan, i pregiatissimi vini rossi toscani reclamati da tutto il mondo!

Ancora più a sud, il nostro viaggio tra i borghi medioevali, ci porterà ad incontrare Castagneto Carducci, Sassetta, Suvereto e Campiglia Marittima, fino ad arrivare alla grossetana Massa Marittima, con la sua splendida Piazza del Duomo che ricorda vagamente quella della ben più famosa “dei Priori” di Volterra!

Già Volterra… grazie all’auto ci sarà semplice spostarci ancora un pò più verso l’interno, per non perdersi una visita alla cittadina medioevale per eccellenza e del marmo – Volterra appunto! – e agli altri borghi delle torri molto suggestivi, come San Gimignano, Monterriggioni e infine volendo anche Certaldo (e qua sforiamo nelle colline del Chianti!), in questo modo risalendo poi verso Firenze dove potrete comodamente rilasciare l’auto per ripartire verso casa senza dover tornare per forza a Pisa!

Il tour dei borghi medioevali della Toscana qui sopra descritto è veramente spettacolare e poter disporre di un auto per farlo vi dona quella libertà di assaporare ogni angolo dei territori che attraverserete! Ogni curva di queste strade merita una sosta e una foto; potrete scegliere di parcheggiare in una piccola radura e inerpicarvi su per un sentiero per raggiungere qualche rocca fortificata in cima ad una collina da cui dominare il paesaggio dall’alto, e sarete liberi di mangiare e dormire dove più preferirete, senza nessun legame di orario con mezzi pubblici o mete prestabilite. Inoltre potreste anche optare per visitare borghi abbandonati ma ancora intatti, come immobilizzati nel tempo, carichi di un fascino romantico davvero ineguagliabile.

Assaporate, assieme all’enogastronomia di questi territori, la libertà di 3/4 giorni veramente immersi nella storia, in un’atmosfera senza tempo e spazi prestabiliti, che solo vivendoli in questo modo “errante” potrete gustare appieno e fino in fondo, secondo le vostre personalissime preferenze!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *