Come combattere (veramente) il colpo di sonno mentre guidi

Chi macina chilometri in autostrada sa qual’ è il vero nemico sulle lunghe percorrenze: il colpo di sonno. Ovvero quel fenomeno che annebbia la vista, assopisce i sensi e ti porta a chiudere gli occhi mentre sei alla guida. Ovvero mentre sei in una situazione in cui è richiesta massima lucidità e attenzione.

Come è possibile? Una persona può chiudere gli occhi e addormentarsi proprio mentre sta affrontando i pericoli di un’autostrada? Il colpo di sonno è l’effetto di una situazione critica del proprio organismo: è stato richiesto un impegno fuori dal comune, e adesso è in arrivo un conto salato da pagare. Ovvero la stanchezza.

Il colpo di sonno colpisce chi ha un debito di sonno, chi ha dormito poco, chi non ha riposato bene ed è alla guida da molto tempo. Le concause sono diverse e spesso gli effetti sono facili da individuare: il classico tamponamento violento, senza segni di frenata, è frutto molto probabilmente del colpo di sonno. Così come una buona fetta di incidenti.

Le statistiche indicano che gli incidenti per colpo di sonno vanno dal 15% al 40%. Ma c’è un modo effettivo per limitare questo rischio? In realtà ci sono molti metodi “alla buona” contro il colpo di sonno. I più famosi:

  • Aprire il finestrino per fare entrare aria fresca
  • Alzare il volume dello stereo
  • Sgranchirsi le gambe di tanto in tanto

In realtà questi metodi possono essere completamente inutili se manca il principio fondamentale: il riposo del conducente. Esatto. può sembrare banale ma molte persone pensano di poter aggirare questo problema con espedienti più o meno utili.

Non basta bere un caffè in Autogrill, non basta scendere dall’auto per stendere le gambe, non basta irrorare la faccia con acqua fredda: sono rimedi di breve durata. In alcuni casi il volume alto dell’autoradio può addirittura aumentare il senso di sonnolenza perché crea un affaticamento sensoriale.

La regola fondamentale per evitare il colpo di sonno è semplice: partire riposati. Devi iniziare il tuo viaggio senza debiti di sonno, senza carichi di stanchezza sulle spalle. Evitare anche di assumere alcolici e medicinali: hanno effetto soporifero e annebbiano i riflessi.

Una volta in viaggio devi essere in grado di leggere e interpretare i sintomi. Ma soprattutto devi evitare di contare troppo sulle tue capacità: il colpo di sonno è immediato, rapido, e appena hai un minimo sentore di quello che sta succedendo (palpebre pesanti, riflessi rallentati, testa che non riesce a stare dritta) fermati e riposa a occhi chiusi: a volte bastano 30 minuti per riprendere la strada con la giusta attenzione, ma l’importante è non esagerare.

Ascoltare i segnali che il corpo ti manda è il primo modo per evitare il colpo di sonno in autostrada, ovvero una delle principali cause di incidenti. Riposa prima di partire, fermati per dormire il necessario, cerca di viaggiare in compagnia di persone che possono darti il cambio e non contare troppo sulle tue capacità: resistere non serve.

Salacar Autonoleggio raccomanda sempre a tutti la massima prudenza e attenzione e per approfondire l’argomento è possibile visitare la pagina dell’Automobile Club d’Italia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *